Auto sostitutiva. 4 punti da tenere (bene) a mente.

17 maggio 2021

Courtesy Car (1)

Sono le vetture sostitutive, o courtesy car in inglese, l’argomento di cui abbiamo deciso di parlarvi oggi. Prendetela come una “cortesia” da parte nostra.

Come qualsiasi altro oggetto frutto dalla mente e dall’ingegno dell’uomo, anche le automobili sono soggette talvolta a guasti e malfunzionamenti più o meno gravi dovuti, nella maggior parte dei casi, a usura delle componenti o a incidenti. 

È capitato, capita e capiterà a tutti almeno una volta nell’arco della vita di portare la propria vettura in officina sia per effettuare sostituzioni o riparazioni delle parti danneggiate, sia per sottoporla ai controlli periodici (tagliandi e revisioni) stabiliti dalla casa produttrice. 

Qualora la riparazione della vostra vettura richieda più di sei ore di lavorazione, avete la possibilità di richiedere alla vostra autofficina di fiducia di prestarvi un’auto di cortesia.
Il principale vantaggio rappresentato da un una vettura di cortesia - o auto sostitutiva che dir si voglia - consiste nella possibilità di non fermarsi per l’intoppo costituito dal dover lasciare la propria quattroruote ai box per un “pit stop” prolungato. 
Difatti, grazie a una courtesy car, è possibile continuare liberamente a svolgere una dopo l’altra tutte le attività quotidiane, come quelle relative al lavoro, al tempo libero e agli impegni familiari. 
Ci sono svariate questioni che ruotano attorno al tema delle auto di cortesia che esamineremo dettagliatamente qui di seguito.
 
1. Cosa significa auto di cortesia?

Abbiamo già velocemente accennato sopra alcune delle peculiarità delle vetture sostitutive a cui in questi ultimi anni, sempre di più ci si riferisce ricorrendo all’espressione inglese “courtesy car”. 
In sostanza, se gli interventi da effettuare sulla vettura di vostra proprietà lo richiedono, l’officina a cui avete deciso si rivolgervi può mettere a vostra disposizione uno di questi mezzi. 
Questo per almeno tre motivi. Primo: alleviare” e rendere più sopportabile il disagio provocato da una sosta obbligata della vostra auto una volta affidata alle amorevoli cure di carrozzieri meccanici o altri tipi di tecnici specializzati.
Secondo: permettervi di continuare a utilizzare una vettura, oggetto ormai divenuto di fondamentale importanza se non addirittura indispensabile, per far fronte agli impegni di tutti i giorni. A maggior ragione, nei casi in cui si possiede una sola autovettura. 
Terzo: escludere del tutto danni di natura economica dovuti all’impossibilità di recarsi sul posto di lavoro.
 
2. A che normativa sono soggette le auto di cortesia? 

La legge su questo punto è chiara e trasparente a riguardo. Essa stabilisce che non tutte le autofficine o concessionarie sono obbligate a possedere e mettere a disposizione del cliente auto di cortesia o vetture sostitutive. Per cui meglio informarsi prima, qualora necessitassimo di beneficiare di questo servizio, quali autofficine vicino a noi offrono questa possibilità e quali altre no. Insomma, meglio una telefonata in più che un viaggio a vuoto.
Dal punto di vista fiscale, per la normativa vigente nel nostro paese una courtesy car è assimilata in tutto alle auto destinate ai test drive. Ciò a sua volta implica che l’IVA dovrebbe essere versata solo in base all’effettivo utilizzo del veicolo, che come è facile immaginare, è un aspetto particolarmente ostico da appurare
 
3. Chi paga l’auto di cortesia? 

A scanso di equivoci e per evitare brutte soprese all’atto della riconsegna del mezzo, il pagamento relativo all’utilizzo di una vettura sostitutiva compete a chi ne fa uso e varia in funzione dei giorni in cui l’auto è utilizzata. 
In questo frangente l’impiego di un’auto di cortesia è del tutto equiparabile ad una comune formula di noleggio. Anche eventuali danni legati all’utilizzo saranno a carico del soggetto richiedente l’auto sostitutiva.
Ad ogni modo, sempre più spesso le autofficine che mettono a disposizione auto di cortesia offrono pacchetti promozionali a costi contenuti insieme a formule cosiddette All-Inclusive per i servizi di riparazione della vettura e l’utilizzo del veicolo sostitutivo. 
 
4. Come funziona l’assicurazione di un’auto si cortesia?

Essendo normativamente equiparate alle auto destinate alle prove su strada, ogni auto sostitutive deve essere assicurata
Ma c’è anche un altro aspetto da considerare inerente il mondo delle assicurazioni. Se all’atto di stipula dell’RCA auto avete inserito clausole come il “servizio auto sostitutiva” potete usufruire della vettura fornita da carrozziere o meccanico di fiducia in modo gratuito e senza spese aggiuntive dal momento che il servizio è incluso nel tipo di polizza che avete provveduto a sottoscrivere.

 


Condividi

Richiedi informazioni

Autosas S.p.a. tratterà i tuoi dati personali riportati di seguito per dar corso alla tua richiesta. Per maggiori informazioni sul trattamento dei tuoi dati e sui tuoi diritti consulta l' Informativa Privacy.

Letta l’Informativa Privacy, acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di Autosas Auto S.p.A. per le finalità di marketing di cui al punto c) dell’informativa, con modalità cartacee, automatizzate o elettroniche e, in particolare, a mezzo posta ordinaria o email, telefono (es. chiamate automatizzate, SMS, MMS), fax e qualsiasi altro canale informatico (es. siti web, mobile app).