Focus Active. Cosa c'è da aspettarsi dal crossover Ford.

14/12/2018

Focus Active. Cosa c'è da aspettarsi dal crossover Ford.

A pochi giorni dall’uscita di Focus Active approfondiamo le caratteristiche dell’attesissimo crossover Ford. Fuori, dentro, lato tecnologie e motori.

Dovrebbe essere questione di giorni, al massimo di qualche settimana, il debutto sul mercato italiano della vettura che completerà, almeno per il momento, il lancio della gamma Focus.

Active, questo è il nome dell’ultimo modello di cui è ormai imminente l’arrivo in Italia, è la versione crossover della Segmento C giunta alla quarta generazione e definita come “la migliore Ford di sempre”.

L’allestimento non è del tutto nuovo agli amanti dell’Ovale Blu. Ford infatti nell’arco del 2018 ha reso disponibile il modello Active prima su Fiesta poi la nuova Ka+. Focus Active completerà la gamma di queste vetture nate per essere pratiche e versatili non sono sull’asfalto.

La fisionomia delle auto della famiglia Active è da crossover di razza.
La peculiarità di Ka+, Fiesta e della Focus in versione Active è la maggiore altezza da terra e una carrozzeria con rimandi a SUV e a fuoristrada leggeri.

Maggiore altezza significa maggiore confort, la possibilità di apprezzare meglio la sede stradale e di comportarsi egregiamente anche su terreni sconnessi.

Proprio per questo nascono questo nuovo genere di vetture. Per assicurare divertimento, piacere di guida e comfort in ogni condizione.
 
Focus Active. Fuori
 
L’elemento che maggiormente spicca già da una prima fugace occhiate della nuova Focus Active è senza dubbio l’assetto rialzato.

L’altezza minima del mezzo ammonta a 16,5 centimetri. Ciò significa 30 mm. in più delle sorelle della gamma Focus sull’avantreno e di 34 mm. sul retrotreno.

Proprio sul retrotreno la vettura monta uno schema a ruote indipendenti, il cui acronimo è SLA, sigla che sta per Short Long Arm.

Active, che potrà essere scelta sia nella versione Berlina o Station Wagon, si presenta con alcuni elementi caratteristici a livello di carrozzeria.

Ci sono ad esempio i cerchi da 17 o da 18 pollici montati su pneumatici dalle dimensioni maggiori rispetto alle Focus finora apparse in circolazione.

Contribuiscono inoltre a infondere il caratteristico look da crossover la mascherina frontale, la banda di colore nero che percorre tutto il perimetro dalla vettura all’altezza di paraurti e passaruota e le classiche barre sul tetto adatte per il trasporto di attrezzature sportive e non.

Visto che nasce per affrontare sterrati (non troppo impegnativi) Focus Active è equipaggiata con particolari protezioni sottoscocca.

Il campionario colori prevede infine due novità per la tinte per la carrozzeria, appositamente realizzate per questa versione.

Si chiamano Metropolis White e Orange Glow e, insieme alle peculiarità a cui abbiamo accennato, rendono l’auto grintosa e pronta all’avventura.
 
Focus Active. Dentro.
 
All’esterno, come abbiamo avuto modo di vedere non mancano i dettagli di ispirazione SUV che evocano robustezza alla vettura.

Ma dentro l’abitacolo come si presenta la nuova Focus Active? La risposta è elegante, confortevole e accogliente grazie all’ampio ricorso a materiali soft-touch.

Lo spazio a bordo è tanto da ospitare comodamente cinque persone. Gli interni presentano finiture e rivestimenti specifici per questa versione.

Volante e pomello della leva del cambio sono rivestiti in pelle mentre i sedili sono contraddistinti da finiture blu a contrasto.

A questo si aggiungono una serie di dettagli brillanti che puntellano qua e là l’area del cruscotto.
Concludiamo parlando del vano portabagagli. Ammonta a 375 litri quello della berlina e a più di 600 litri sulla Station Wagon.

La capacità sale notevolmente se si decide di abbattere la fila posteriore di sedili. In questa configurazione sulla berlina tocca quota 1354 litri sulla berlina e 1653 litri sulla Station.
 
 
 
 
Ford Active. La tecnologia.
 
Come tutte le sorelle Plus, Titanium, ST-Line e Vignale anche la nuova Focus Active è un concentrato di dispositivi hi-tech.

Oltre al SYNC 3 - un’apparecchiatura che non necessità ormai di troppe presentazioni dalla quale è possibile gestire audio, navigazione e la connessione con il proprio smartphone - la tecnologia di Focus si inscrive soprattutto nel binario della connettività.

Connettività, in effetti è una delle parole d’ordine alla base della realizzazione dell’ultima generazione di Focus.
Active e gli altri modelli della gamma Focus possono essere dotate di un modem che rende la vettura un hotspot wifi a cui è possibile allacciare fino a 10 dispositivi mobili per assicurare relax e divertimento ai passeggeri durante ogni viaggio.

La vettura può essere inoltre gestita a 360° tramite l’app FordPass Connect.

Essa, ad esempio, consente di accedere direttamente dal proprio cellulare a tutte le informazioni sul veicolo, di gestire la vettura da remoto, di individuare l’officina più vicina per sottoporre l’auto ai controlli periodici stabiliti dalla Casa Madre.

Su Focus Active Ford rende disponibile tutto il pacchetto completo di dotazioni in termini di sicurezza e per l’assistenza alla guida.

Queste includono, tanto per fare i nomi di alcuni contenuti, l’Adaptive Cruise Control dotato di Stop&Go, riconoscimento segnaletica stradale e mantenimento corsia; l’Adaptive Front Lighting System, che consente in curva di direzionare il fascio luminoso verso i segnali stradali; Head Up Display o l’Evasive Steering Active, utile per aggirare tempestivamente ostacoli improvvisi e dunque per evitare il rischio di urti.

Ma l’elemento distintivo di Focus Active è un altro. Ovvero la presenza di un selettore di guida con cui è possibile intervenire sulla trazione del veicolo.

La variante crossover di Focus è dotata di cinque programmi. Oltre alle modalità “Eco”, “Normal” e “Sport”, Ford ha introdotto due “new entry”.

“Slippery” , così si chiama la prima, offre maggiore grip e trazione in condizioni di bassa aderenza al terreno. Per tali ragioni questa modalità è indicata soprattutto in caso di fango o di fondo stradale ghiacciato o innevato.
“Trail” invece è perfetta sui terreni morbidi, come la sabbia, visto che annulla il pattinamento delle ruote motrici intervenendo sulla coppia e sul sistema antibloccaggio. Insomma, il divertimento è assicurato.
 
Ford Active. I motori.
 
Per la propulsione la scelta è tutta tra unità a benzina e a gasolio.

Il punto di riferimento per tutti coloro che cercano un motore alimentato a verde è rappresentato dal EcoBoost in versione 1.0 o 1.5 con rispettivamente 100 o 125 cavalli.

L’alternativa a diesel consta di propulsori EcoBlue 1.5 o 2.0 di cilindrata con 120 o 150 cavalli di potenza.
Tutte le versioni possono essere abbinate al sistema Start&Stop.

Segnaliamo, per concludere, la possibilità di scegliere tra la trasmissione manuale o automatica.
In merito a ciò, ricordiamo che sull’intera gamma Focus è disponibile l’E-Shifter, il cambio automatico di ultima generazione a otto rapporti con selettore rotativo.

Focus Active non fa certo eccezione. D’altronde, poteva forse essere diversamente?

 

Focus in Pronta Consegna Promozione Focus

Richiedi informazioni
1 Scegli la sede
2 Inserisci i tuoi dati
oppure
CHIAMA 055 431514
Contatta una delle nostre sedi
Ricerca auto nuove Info e preventivi Prenota tagliando