Etichetta energia. Tutto quello che c’è da sapere.

09/05/2018

Etichetta energia. Tutto quello che c’è da sapere.

Consumo di carburante, emissioni di CO₂ ed efficienza energetica del veicolo. Sono questi alcuni parametri presenti nell’etichetta energia delle vetture.

In modo del tutto simile a quanto avviene per i comuni elettrodomestici, l’etichetta energia presente sulle auto riporta dettagli utili riguardo al consumo di carburante e le emissioni di CO₂ di un veicolo. 

Tutto l’insieme delle indicazioni in essa contenute, accrescendo la trasparenza nei confronti di un veicolo, costituisce un valido ausilio per gli acquirenti e si dimostra particolarmente utili al fine di effettuare un acquisto più consapevole del mezzo desiderato. Ciò, dal momento che nella scelta di un’automobile giocano un ruolo di primo piano i costi di esercizio del veicolo e, più di tutti, pesano le spese per il carburante. A titolo di esempio, coloro che sono interessati a vetture particolarmente economiche e ed ecofrendly dal punto di vista dei consumi dovranno optare per un’automobile dotata di un motore afferente alla classe A per quanto riguarda l’efficienza energetica.

Le informazioni riportate sono il risultato di test e controlli effettuati dalla casa madre a termine della realizzazione di un determinato tipo di veicolo. Essa, tuttavia contempla anche altri valori e parametri. Vediamoli qui di seguito.
 
Etichetta energia. Cosa è e cosa contiene.
 
L’etichetta energia rappresenta uno strumento a tutela degli acquirenti che ha finalità informative riguardo al consumo di carburante e alle emissioni di gas di scarico prodotte da un veicolo.
In aggiunta ai dati relativi a denominazione del veicolo, al peso e al tipo di cambio del medesimo, l’etichetta energia dell’auto riassume il consumo medio della vettura espresso nel rapporto tra l’unità di misura corrente per il tipo di alimentazione (come litri o metri cubi) necessaria a effettuare 100 Km, così come stabilito da direttive e standard promossi dall’Unione Europea.

Essa ragguaglia in merito alle emissioni di CO₂ - espresse in grammi per kilometro - di un veicolo in marcia in relazione alla media delle vetture nuove vendute. Vetture che attualmente devono soddisfare i parametri della normativa Euro 6 che stabilisce limiti stringenti per i gas sprigionati della combustione degli idrocarburi. E nella fattispecie monossido di carbonio, di ossido di azoto e di particolato. 
 
Etichetta energia: le categorie di efficienza. 
 
Ai fini di una maggiore leggibilità delle cifre indicate, l’etichetta energia è corredata da una scala colorata che procede dalla lettera A alla G. In questo preciso ambito un valore che compare nella parte verde sottintende un basso livello di emissioni. Viceversa, un valore riportato nella area contraddistinta da varie tonalità di rosso determina emissioni più elevate.

In base a quali regole è stabilita la classe energetica di un veicolo? Per decretare a quale classe energetica appartiene una determinata vettura si fa riferimento a due elementi: il consumo di carburante rapportato al peso dl veicolo. Pertanto non c’è da stupirsi se vetture come gli Sport Utility Vehicle – auto pesanti e con alti consumi energetici – risultano in classi di efficienza caratterizzate dalla colorazione verde. 
 
 
 
 
 

Richiedi informazioni
1 Scegli la sede
2 Inserisci i tuoi dati
oppure
CHIAMA 055 431514
Contatta una delle nostre sedi
Ricerca auto nuove Info e preventivi Prenota tagliando