Android Auto e Apple CarPlay. Cosa sono?

08/06/2018

Android Auto e Apple CarPlay. Cosa sono?

Apple CarPlay e Android Auto sono sistemi diversi ma simili che permettono di scordarsi di avere lo smartphone quando si guida. Scopriamone le peculiarità!

Il SYNC 3, e con lui tutti i sistemi di infotainment di ultima generazione, è pensato per dialogare con gli smartphone di ogni marca disponibili in circolazione.

Si tratta di una delle tante belle novità che la tecnologia rende possibile al giorno d’oggi. Ma c’è un altro vantaggio, non indifferente, da considerare.

Disporre di tutte le applicazioni del proprio cellulare sullo schermo touch screen della vettura in nostro possesso significa azzerare o comunque ridurre al minimo ogni tipo di distrazione potenzialmente pericolosissima alla guida.

Le statistiche da questo punto di vista sono impietose e parlano assai chiaro. Oltre il 90% degli incidenti stradali derivano infatti da cattive abitudini che abbiamo alla guida.

Basti pensare ad esempio che controllare una chat su di un qualsiasi social network, visualizzare le notifiche oppure rispondere a un sms è come percorrere bendati 110 metri alla velocità di 40 kilometri orari.
Comportamenti di questo genere, del tutto irresponsabili, costituiscono una grave minaccia alla salute propria e a quella di pedoni e di automobilisti.

Proprio per fronteggiare questa situazione, che rappresenta la prima causa di sinistri stradali, sono nate da un po’ di anni a questa parte sistemi che permettono la connessione tra il cellulare e l’infotainment di bordo.
I più famosi sono Android Auto e Apple CarPlay sviluppati rispettivamente dalle aziende di Mountain View e Cupertino. E l’articolo di oggi è proprio dedicato a questi due sistemi.
 
Android Auto. Cos’è?

Rilasciato da Google nel 2014, Android Auto nasce con un obiettivo ben preciso: garantire la massima sicurezza al volate. Ma come?

Promettendo non di limitare ma di annullare completamente l’uso del cellulare da parte di chi guida proprio per cercare di eliminare del tutto quel corollario di piccole disattenzioni che possono avere conseguenze devastanti sulla nostra salute e su quella altrui.

A questo scopo, Android Auto si avvale di un’interfaccia pulita, essenziale e intuitiva che basa gran parte delle sue funzioni su comandi vocali per evitare di distogliere l’attenzione dalla strada.

Con gli ultimi aggiornamenti è stato compiuto un lavoro ancor più all’insegna della limitazione di ogni tipo di distrazione.

Basti pensare alle notifiche che compaiono sul display. Da questo punto di vista, solo le più essenziali sono mostrate a schermo dal sistema.
 
Android Auto. Cosa serve per utilizzarlo?

Per iniziare a usare Android Auto ti occorreranno: un auto o un impianto stereo che supporta Android Auto abbinati a un cellulare dotato di sistema operativo Android 5.0 (Lollipop) oppure delle versioni successive.
Una volta collegato il tuo dispositivo, il sistema di infotainment dell’auto mostrerà sul display tutte le applicazioni compatibili con Android Auto.

Android Auto. Cosa permette di gestire?

A parte moltissime App, come ad esempio Skype o Spotify, tramite Android Auto è possibile gestire in tutta sicurezza tre “macro aree”. Sia tramite comandi vocali che “alla vecchia maniera” - ovvero digitando un indirizzo sul display dell’auto - sarà possibile gestire mappe e navigatore satellitare.
Un analogo discorso vale per la musica e per le telefonate in entrata e in uscita e per messaggi di testo. Tutte azioni che si possono effettuare mediante la propria voce e mantenendo gli occhi puntati sulla strada e le mani ben salde sul volante.
 
Android Auto. È compatibile con Ford?

Android Auto è compatibile con oltre 400 tra modelli di auto e impianti audio. E la buona notizia è che Ford è tra questi.
 
Apple CarPlay. Cos’è?

La risposta di Apple all’entrata di Android nel mondo dell’auto non si è fatta attendere tanto. Sempre nel 2014 l’azienda produttrice di Iphone, Ipad e Ipod ha rilasciato in circolazione la propria versione del sistema che permette di far dialogare tra loro l’apparecchio mobile in possesso e la propria vettura.

I punti di contatto con il prodotto Made by Google ci sono eccome e funzionamento e finalità ultime del progetto sono le stesse. L’obiettivo di CarPlay è quello di non far rimpianger il melafonino (almeno quando si guida).
CarPlay di Apple si avvale di un sistema di mirroring per trasportare direttamente sul display dell’auto tutte quelle funzioni a cui l’esser umano del XXI secolo non sa rinunciare: indicazioni stradali, ricezione dei messaggi, chiamate e musica.

Avere tutto ciò sullo interfaccia schermo multimediale dell’auto permette di evitare disattenzioni di qualsivoglia natura ma con unico comune denominatore: il proprio cellulare.
 
Apple CarPlay. Cosa serve per utilizzarlo?

Così come Android Auto, anche la risposta di Apple necessita alcuni requisiti per essere lanciata. Innanzitutto bisogna essere in possesso di un Iphone successivo alla serie 5 e con un sistema operativo uguale o superiore alla versione iOS 7.1.

Ma non finisce qui. Perché sulla vettura dovrà essere installato un impianto audio Alpine, Clarion, Kenwood Pioneer o Sony. A questo punto sarà sufficiente collegare il proprio Iphone alla presa USB della vettura oppure, in alternativa, configurare CarPlay wireless direttamente dal proprio device mediante questi passaggi: Impostazioni > Generali > CarPlay > Auto Disponibili, selezionando l’auto su cui si intende utilizzare CarPlay. Una volta giunti a questo punto, schiacciare il tasto Home, finchè Siri non compare sul display auto.
 
Apple CarPlay. Cosa permette di gestire?

Se la configurazione è andata in porto, Apple CarPlay permette la duplicazione dello schermo dello smartphone direttamente sul display della vettura.
Da qui sarà possibile gestire le vostre destinazioni. Provate a chiedere a Siri di portarvi a… e rimarrete esterrefatti. Tramite CarPlay è inoltre possibile visualizzare il traffico in tempo reale nonché le telefonate e i messaggi presenti nella casella della segreteria telefonica e quelli di testo che si possono dettare o riascoltare con l’auto di Siri.

Sempre grazie al supporto dell’assistente virtuale di Apple potete decidere di ascoltare un audiolibro o, perché no, sentire un po’ di musica a bordo. Tra iTunes, Apple Music e Spotify c’è solo l’imbarazzo della scelta.
A parte queste, Apple CarPlay supporta un ampio numero di App, realizzate dalle case automobilistiche. Un esempio? Ford Pass.

Android Auto. È compatibile con Ford?

CarPlay di Apple può essere usato su oltre 300 tra modelli di auto e impianti audio. Le vetture Ford sono incluse tra le auto compatibili con tale dispositivo.
 
 

Richiedi informazioni
1 Scegli la sede
2 Inserisci i tuoi dati
oppure
CHIAMA 055 431514
Contatta una delle nostre sedi
Ricerca auto nuove Info e preventivi Prenota tagliando